mercoledì 6 luglio 2016

Graceling - Kristin Cashore

Ciao a tutti!! In questa giornata di caldo afoso vorrei presentarvi un fantasy molto interessante ma che purtroppo mi ha un pò deluso! Voto 2.5/5, fatemi sapere se a voi è piaciuto :)

Note sull’autrice e sul libro
Tutti i Graceling hanno gli occhi di due colori diversi. Tutti i Graceling hanno un Dono. Difficile è però sapere quale Dono possiedono: a volte anche per loro stessi è duro capirlo e controllarlo. Ci sono Doni quasi inutili, come la capacità di ripetere le parole al contrario o di ricordare certi dettagli. Katje ha diciotto anni e il suo Dono è un'arma terribile nelle mani di suo zio, re Rand. Il futuro le può riservare un posto sicuro al fianco di quest'uomo vendicativo o infinite sorprese, come l'incontro con un Graceling dallo sguardo intenso che sembra conoscerla fin troppo bene.

Kristin Cashore (Boston1976) è una scrittrice statunitense, autrice di libri per ragazzi come Graceling, pubblicato come libro d'esordio nel 2008.Nata a Boston, vive in Florida. Dopo il master in letteratura per ragazzi, si è dedicata a tempo pieno alla scrittura.
Graceling ha un prequel "Fire" e un sequel "Bitterblue". 



Link per l'acquisto-->  GracelingFireBitterblue

Recensione NO SPOILER

Se avete voglia di un fantasy leggero e senza troppe pretese è quello che fa per voi mentre se la vostra intenzione è quella di innamorarvi di un bel racconto lo sconsiglio. Avevo sentito parlare molto bene di questo libro, la trama sembrava interessante ed i personaggi originali in un mondo tutto nuovo, l’ho iniziato con molte aspettative, forse troppe perché purtroppo non è stato all’altezza. Le basi ed i presupposti per una buona storia c’erano tutti ma l’autrice non ha saputo utilizzarli al meglio, a partire dall’idea stessa dei Graceling che è veramente grandiosa ma che penso non sia stata approfondita a sufficienza.  Nel libro si fanno molte allusioni sulla loro vita, su alcuni dei loro Doni ma sono solo accenni e fanno da contorno ad una storia a mio avviso un po’ deludente. L'ambientazione e I'idea di regni con culture differenti mi è piaciuto! Ma è proprio la trama che non mi è piaciuta! I colpi di scena sono ridotti all'ossa ed il è finale frettoloso e banale, una nota positiva è la protagonista che è un personaggio molto forte ed indipendente, una eroina al femminile! Valutando il libro nel complesso non mi è piaciuto molto e non credo che leggerò gli altri due della saga. 



Recenesione SPOILER

Trama e ambientazione -  Voto 2
In questo racconto la prima cosa che salta all’occhio è che non c’è una vera e propria trama, mi spiego meglio, per la prima parte del libro a parte il salvataggio del padre del Re Ror di Lienid non accade assolutamente nulla, ci vengono solo presentati i personaggi e spiegato un po’ il mondo che stiamo per conoscere. Tutte le vicende sembrano solo improntate allo sviluppo del personaggio principale Katje o Katsa nella versione originale e alla conoscenza del protagonista maschile Po, che in realtà si chiama Grandemaglio Verdeggiante XD, un Graceling da un occhio argento e uno oro, nipote del Lienid rapito che ha il Dono dell’empatia, cioè percepisce i sentimenti di quelli che ha accanto e sa leggere i pensieri che lo riguardano.  Quando Katje fa la sua conoscenza decide di prendere in mano la sua vita e di andare con lui alla ricerca del rapitore di suo nonno. La svolta che mi aspettavo prendesse il romanzo però non arriva perché assistiamo ad un intero viaggio in cui non accade nulla se non l’inizio della storia d’amore tra i due, nessun colpo di scena. Non accade niente perché in realtà Po ha già capito tutto, non devono fare altro che arrivare nel regno del re Leck (il supposto cattivo, con il Dono di manipolare le menti e confondere) e trovarselo addirittura davanti, senza neanche cercarlo. Riescono a salvare la Piccola Bitterblue, la figlia del Re, ma non si riesce bene a capire da cosa in realtà perché veniamo solo informati del fatto che il re voglia farle del male ma non il perché e il come! Arriva quindi senza troppe emozioni, il punto clue del racconto, devo dire che questa parte mi ha deluso un po’ meno, Po riesce ad uscire vivo dalla lotta con i soldati del Re senza purtroppo riuscire ad ucciderlo ma rimane ferito e quindi rimane nascosto in una capanna per permettere a  Katje e Bitterblue di scappare, la fuga è descritta molto bene e in alcuni punti tiene il lettore incollato alle pagine mentre in altri è fin troppo surreale. Poi finalmente grazie all’aiuto di alcuni membri del Consiglio ( una “società” segreta ma non troppo fondata da Katje per mantenere la pace dei regni) e di una nave Lienid arrivano al castello di Po dove trovano il Re cattivo ad aspettarle e anche tutta la famiglia di Po convinta grazie al suo Dono della sua innocenza. Qui c’è il picco della delusione! Senza aspettare spiegazioni Katje fa fuori il re in 30 secondi anzi in 2 righe e non riusciamo a sapere niente sulle sue motivazioni, non si capisce neanche bene perché abbia rapito quel povero vecchio all’inizio del romanzo. Comunque tutti insieme tornano a cercare Po che è vivo anche se rimasto cieco ma che grazie al suo Dono riesce ad impedire a tutti di accorgersene. FINE
La parte interessante del racconto è stata liquidata in pochissimo tempo, lasciandomi con l’amaro in bocca. Non si capisce bene dove vuole andare con la storia, mi sarebbe piaciuto saperne di più sul circolo, sul cattivo con questo dono misterioso, sulla vita dei Graceling, sugli altri regni ed invece niente di tutto ciò! Il voto sale di un po’ solo perché l’idea era veramente buona! Peccato!!!

Personaggi voto 2.5

Katje è l’unico personaggio ben caratterizzato del romanzo, di lei ci sono alcuni analisi introspettive molto interessanti come la rabbia che prova nel sentirsi il cane di Re Rand, la sofferenza del non avere molti amici dovuta al fatto che tutti hanno paura di lei ma anche lo stupore nel trovare persone che le vogliono bene come Helda la cameriera o il principe Raffin. E’ testarda, tenace e sicura di sé, sa quello che vuole e che non vuole,  fonda il Consiglio per salvaguardare gli interessi delle persone insoddisfatte, sa che non vuole sposarsi e avere figli, il suo sviluppo mi è piaciuto molto perché nonostante lei cambi, conoscendo Po rimane sempre ferma sulle sue idee, anzi si rende conto di non essere il mostro che tutti pensano ma impara ad amarsi e scopre che il suo Dono in realtà è quello della Sopravvivenza e non del Combattimento.
Po, il protagonista maschile, come accade spesso è perfetto, è bello, gentile, premuroso, forte ed ha un Dono molto interessante e ho apprezzato come impara a svilupparlo, mi piace il suo rapporto con Katje e con la sua famiglia.
Per il resto basta, gli altri personaggi sono praticamente inutili, persino il cattivo che, se non fosse esistito, la storia si sarebbe retta in piedi comunque e questo mi ha deluso molto, non si sa assolutamente nulla di lui se non leggende metropolitane che poi non vengono approfondite, poteva essere sfruttato molto meglio.
Bitterblue anche ha un’evoluzione incredibile, forse anche troppo incredibile per una bambina così piccola ma lei non mi dispiace.
Raffin, Giddon e Oll invece sono pessimi, di loro abbiamo solo sprazzi e non sappiamo quasi nulla, Raffin soprattutto che oltre alla sua amicizia verso Katje, la passione per le medicine e alcuni brevi dialoghi non sappiamo assolutamente cosa pensi del padre, del regno e di quello che gli accade intorno.

Scrittura voto 3

Il racconto è scritto in modo molto semplice e diretto, non si dilunga in descrizioni, ed è molto scorrevole, nonostante le lunghe riflessioni di Katje che comunque non risultano mai pesanti, dopo tutto è un libro per ragazzi . Non me la sento di dare altri giudizi avendolo letto in italiano


Voto finale 2.6/5

3 commenti:

  1. Ciao! Adoro la frase che hai inserito come descrizione del tuo blog *_* mi unisco ai lettori fissi per rimanere aggiornata, se ti andasse di passare da me ne sarei molto più che felice! Al prossimo post ^_^ un abbraccio
    www.ilregnodeilibri.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. Grandemaglio Verdeggiante ahahah
    La storia dei Doni random sembrava interessante.. un "mah" a tutto il resto.
    Alla prossima recensione! ;)

    RispondiElimina
  3. Ciao!
    Okay ammetto che non conoscevo questo libro, né l'autrice, e probabilmente starò ancora alla larga ahah!
    Ti ho lasciato il follow!
    A presto

    Martina
    IL RUMORE DELLE PAGINE
    http://ilrumore-dellepagine.blogspot.it/

    RispondiElimina